Studi al computer - MusicalMente (1987)

Da Tommaso Tozzi.
(Differenze fra le revisioni)
m
m
 
(12 revisioni intermedie di un utente non mostrate)
Riga 1: Riga 1:
[[categoria:1985]]
+
[[categoria:1987]]
 
[[categoria:video]]
 
[[categoria:video]]
 
[[categoria:Computer art]]
 
[[categoria:Computer art]]
 
[[categoria:Arte subliminale]]
 
[[categoria:Arte subliminale]]
 
[[categoria:Hacker art]]
 
[[categoria:Hacker art]]
 +
[[categoria:Musica]]
 +
[[categoria:Opere principali]]
  
 +
[http://www.tommasotozzi.it/mp4/1987-Musicalmente.m4v Animazione digitale, ''Studi al computer - MusicalMente'', 1987]
  
  
<center><flvplayer width="100%" height="100%" loop=false autoplay=false hidecontrols=false>http://www.tommasotozzi.it/flv/1987_MusicalMente.flv</flvplayer></center>
 
<br>
 
 
==Titolo:==  
 
==Titolo:==  
 
Studi al computer - scritte subliminali
 
Studi al computer - scritte subliminali
Riga 28: Riga 29:
  
 
==Descrizione:==
 
==Descrizione:==
Chiamato a partecipare a un festival musicale Tommaso Tozzi realizza un'installazione multimediale di tipo subliminale.  
+
Chiamato a partecipare con un'opera di musica ambientale a ''MusicalMente - 1 Festival di musica ambientale'' a Settignano (Firenze), Tommaso Tozzi realizza un'installazione multimediale di tipo subliminale.  
Le scritte realizzate su un computer Amiga 500 apparentemente propongono la pubblicità del festival MusicalMente che si tenne tra il 10 settembre e il 1 ottobre 1987. In realtà sotto tali scritte appaiono dei messaggi subliminali tipo "Ribellati!" o altri.
+
Le scritte realizzate su un computer Amiga 500 apparentemente propongono la pubblicità del festival MusicalMente che si tenne tra il 10 settembre e il 1 ottobre 1987. In realtà sotto tali scritte appaiono dei messaggi subliminali tipo "Ribellati!", "L'arte ti condiziona", o altri.
 
Le scritte videoregistrate, nella versione originale della durata di 3 ore, venivano fatte scorrere su un monitor all'entrata del Festival volutamente presentandosi al pubblico come la pubblicità dell'evento e non come un'ulteriore opera d'arte.
 
Le scritte videoregistrate, nella versione originale della durata di 3 ore, venivano fatte scorrere su un monitor all'entrata del Festival volutamente presentandosi al pubblico come la pubblicità dell'evento e non come un'ulteriore opera d'arte.
 
La logica di questo lavoro per Tozzi era da una parte quella della contaminazione virale dell'immaginario delle persone, dall'altra quella del tentativo di far sparire l'opera d'arte presentandone una forma che veniva scambiata per qualcos'altro.
 
La logica di questo lavoro per Tozzi era da una parte quella della contaminazione virale dell'immaginario delle persone, dall'altra quella del tentativo di far sparire l'opera d'arte presentandone una forma che veniva scambiata per qualcos'altro.
Il motivo di quest'ultimo aspetto era la critica al sistema e al mercato dell'arte a favore di un'idea di arte vita in cui l'opera per esistere non ha bisogno dei rituali e dei luoghi tradizionali del sistema dell'arte.
+
Il motivo di quest'ultimo aspetto era la critica al sistema e al mercato dell'arte e della musica a favore di un'idea di arte/vita, musica/vita in cui l'opera per esistere non ha bisogno dei rituali e dei luoghi tradizionali del sistema dell'arte e della musica.
 +
In questa accezione, e seguendo gli insegnamenti del Maestro Giuseppe Chiari, Tommaso Tozzi dichiara musica una strategia sociale mirata alla contaminazione e alla trasformazione culturale.<br>
 +
Questo tipo di azione è in linea con quel modo di fare arte che Tozzi definirà in seguito con il termine "Hacker Art".
  
 
==Collezione:==
 
==Collezione:==
Riga 38: Riga 41:
  
 
==Genere artistico di riferimento:==
 
==Genere artistico di riferimento:==
Computer Art
+
Computer Art, installazioni multimediali, Arte subliminale, Hacker art
  
 
==Bibliografia:==
 
==Bibliografia:==
Riga 44: Riga 47:
  
 
==Webliografia:==
 
==Webliografia:==
 +
 +
 +
 +
<center><flvplayer width="720 px" height="576 px" loop=false autoplay=false quality=best hidecontrols=false>http://www.tommasotozzi.it/flv/1987_MusicalMente.flv</flvplayer></center>
 +
<br>

Versione attuale delle 15:05, 26 lug 2022


Animazione digitale, Studi al computer - MusicalMente, 1987


Indice

Titolo:

Studi al computer - scritte subliminali

Autore:

Tommaso Tozzi

Anno:

10 settembre / 1 ottobre 1987

Tecnica:

Computer art realizzata tramite computer Amiga 500

Luogo:

Settignano (Firenze)

Sito web:

Descrizione:

Chiamato a partecipare con un'opera di musica ambientale a MusicalMente - 1 Festival di musica ambientale a Settignano (Firenze), Tommaso Tozzi realizza un'installazione multimediale di tipo subliminale. Le scritte realizzate su un computer Amiga 500 apparentemente propongono la pubblicità del festival MusicalMente che si tenne tra il 10 settembre e il 1 ottobre 1987. In realtà sotto tali scritte appaiono dei messaggi subliminali tipo "Ribellati!", "L'arte ti condiziona", o altri. Le scritte videoregistrate, nella versione originale della durata di 3 ore, venivano fatte scorrere su un monitor all'entrata del Festival volutamente presentandosi al pubblico come la pubblicità dell'evento e non come un'ulteriore opera d'arte. La logica di questo lavoro per Tozzi era da una parte quella della contaminazione virale dell'immaginario delle persone, dall'altra quella del tentativo di far sparire l'opera d'arte presentandone una forma che veniva scambiata per qualcos'altro. Il motivo di quest'ultimo aspetto era la critica al sistema e al mercato dell'arte e della musica a favore di un'idea di arte/vita, musica/vita in cui l'opera per esistere non ha bisogno dei rituali e dei luoghi tradizionali del sistema dell'arte e della musica. In questa accezione, e seguendo gli insegnamenti del Maestro Giuseppe Chiari, Tommaso Tozzi dichiara musica una strategia sociale mirata alla contaminazione e alla trasformazione culturale.
Questo tipo di azione è in linea con quel modo di fare arte che Tozzi definirà in seguito con il termine "Hacker Art".

Collezione:

Genere artistico di riferimento:

Computer Art, installazioni multimediali, Arte subliminale, Hacker art

Bibliografia:

Webliografia:


Strumenti personali