Cybercafè Zut (1995)

Da Tommaso Tozzi.
(Differenze fra le revisioni)
m
m
 
(Una revisione intermedia di un utente non mostrate)
Riga 3: Riga 3:
 
[[categoria:network]]
 
[[categoria:network]]
 
[[categoria:Progetti]]
 
[[categoria:Progetti]]
[[categoria:Siti web]]
+
[[categoria:Processi sociali]]
 
[[categoria:Spazi alternativi]]
 
[[categoria:Spazi alternativi]]
 
[[categoria:Hacker art]]
 
[[categoria:Hacker art]]
 
[[categoria:Opere principali]]
 
[[categoria:Opere principali]]
  
<center><flvplayer width="100%" height="100%" loop=false autoplay=false hidecontrols=false>http://www.tommasotozzi.it/flv/1995_Cybercafe_Zut.flv</flvplayer></center>
+
<center><flvplayer width="720 px" height="576 px" loop=false autoplay=false quality=best hidecontrols=false>http://www.tommasotozzi.it/flv/1995_Cybercafe_Zut.flv</flvplayer></center>
 
<br>
 
<br>
  

Versione attuale delle 16:51, 10 lug 2008



Indice

Titolo:

Cybercafè Zut

Autore:

Strano Network (Tommaso Tozzi, Stefano Sansavini, Enrico Bisenzi, Francesca Storai, Carla Maltinti, Luca Scarlini, Francesco Galluzzi, Federico Bucalossi, Claudio Parrini, Lobo e molti altri che in quegli hanno in un modo o nell'altro collaborato e partecipato alle frenetiche attività di Strano Network)

Anno:

1995

Tecnica:

Luogo:

Cybercafè Zut, Firenze

Sito web:

Descrizione:

In autunno del 1995 il gruppo Strano Network inaugura, in un locale gestito da Leandro Bisenzi e altri a Firenze, il primo Cybercafè fiorentino .
In tale locale il gruppo Strano Network crea una postazione internet da cui ogni cittadino può liberamente connettersi a internet per navigare, chattare e usare una web cam e un microfono per fare collegamenti audiovideo.
Va considerato che in quel periodo non esisteva nessun punto di accesso pubblico gratuito.
Da un'altra postazione chiunque poteva collegarsi alla BBS Virtual Town TV usando il software First Class pre-installato.
Nel video qui presentato realizzato presumibilente alla fine del 1995, viene mostrato un collegamento web alle pagine dei bookmark lasciati a disposizione degli utenti, poi un collegamento alla BBS Virtual Town TV, un altro collegamento alla pagina web di Strano Network dove erano depositati degli ipertesti realizzati da Strano Network stesso ed infine un collegamento video tramite il software CuSeeMe e web cam fatto dallo studio di Tommaso Tozzi e il Cybercafè Zut.

Collezione:

Genere artistico di riferimento:

Hacker art, Spazi alternativi, Processi sociali

Bibliografia:

Webliografia:

Strumenti personali